Torna all'Archivio News

19-01-2019
HOPE SEEDS - LE NOZZE DI CANA

SECONDA DOMENICA ANNO C

VANGELO (Gv 2,1-12)
+ Dal Vangelo secondo Giovanni

In quel tempo, vi fu una festa di nozze a Cana di Galilea e c’era la madre di Gesù. Fu invitato alle nozze anche Gesù con i suoi discepoli.
Venuto a mancare il vino, la madre di Gesù gli disse: «Non hanno vino». E Gesù le rispose: «Donna, che vuoi da me? Non è ancora giunta la mia ora». Sua madre disse ai servitori: «Qualsiasi cosa vi dica, fatela».
Vi erano là sei anfore di pietra per la purificazione rituale dei Giudei, contenenti ciascuna da ottanta a centoventi litri. E Gesù disse loro: «Riempite d’acqua le anfore»; e le riempirono fino all’orlo. Disse loro di nuovo: «Ora prendetene e portatene a colui che dirige il banchetto». Ed essi gliene portarono.
Come ebbe assaggiato l’acqua diventata vino, colui che dirigeva il banchetto – il quale non sapeva da dove venisse, ma lo sapevano i servitori che avevano preso l’acqua – chiamò lo sposo e gli disse: «Tutti mettono in tavola il vino buono all’inizio e, quando si è già bevuto molto, quello meno buono. Tu invece hai tenuto da parte il vino buono finora».
Questo, a Cana di Galilea, fu l’inizio dei segni compiuti da Gesù; egli manifestò la sua gloria e i suoi discepoli credettero in lui.

Parola del Signore

Siamo ad una festa. Viene a mancare un elemento importante, la cui assenza è forse tollerabile nella quotidianità ma...ad una festa proprio no. Impossibile, improponibile...che in una festa come quella  di Cana di Galilea manchi il vino. Esso viene bevuto e gustato fino a che termina. Ma ora occorre; se ne sente ancora il bisogno. Proprio come nella vita : abbiamo in tavola (e la tavola è composta dalle nostre giornate e dal tempo che ci è dato…) delle cose buone e belle da vivere, ma nessuno mai si aspetterebbe che altre cose sono in arrivo, e sono molto meglio delle precedenti. Gesù e il Suo vino saranno per te l’elemento fondamentale che non può mancare, e...non solo in una festa ma in un matrimonio tra Lui e la Sua Chiesa (di cui fai parte anche tu...) che non termina mai. Quel cibo e quella bevanda che Egli ti propone e ti consiglia come nutrimento è davvero qualcosa di straordinario, che ti fa mettere in secondo piano tutto il resto, tutto il vino (seppur bevibile…) gustato precedentemente. Il Maestro di tavola, Colui che dirige il banchetto, sa di cosa abbiamo bisogno, sa cosa serve davvero sulle mense della nostra vita. Dunque fiducia piena in questo “somelier dell’eternità e dell’eterna gioia” ! Ed infine….rivolgendoci a te, cara Maria, presente a quella festa e a tutte le feste in cui sia presente Lui, promettiamo che “faremo quello che ci dirà”, preventivamente sicuri del marchio di qualità : D.O.C. ! (Di Origine Cristiana).


© 2007-2014 | HOPE - Tutti i diritti sono riservati.