Torna all'Archivio News

26-12-2018
GHOPESPEL - IL GOSPEL CHE DA' SPERANZA: OH HAPPY DAY

Oh Happy Day è forse il più conosciuto e cantato brano Gospel nel mondo.

La versione nota al grande pubblico è stata arrangiata da Edwin Hawkins, famosissimo pianista, cantante e compositore di musica Gospel scomparso purtroppo lo scorso Gennaio. Fu lui a riprendere un vecchio inno battista e trasformarlo nella canzone che tutti noi oggi associamo all’idea del Gospel. 
In particolare questo brano è quello che fa nascere l’idea del Gospel Contemporaneo. Si racconta infatti che nel 1969 ad un raduno di Cori Gospel al Madison Square Garden di New York, Edwin con il suo coro di 50 voci, gli Edwin Hawkins Singers, lo presentò rinnovato e quasi stravolto, accompagnato da una band “moderna” con batteria, basso, pianoforte e percussioni, che si affiancarono agli strumenti che tradizionalmente accompagnavano i canti Gospel nelle chiese protestanti.
Questo nuovo modo di cantare, suonare e arrangiare la musica Gospel divenne famoso in tutto il mondo e oltrepassò i confini delle Chiese imponendosi al grande pubblico. 
Il testo della canzone parla di perdono e redenzione “.. oh giorno felice, quando Gesù lava via i miei peccati”, ma nel nostro immaginario è associato al periodo Natalizio. Questo, particolarmente in Italia, è dovuto al fatto che fu utilizzato per una notissima pubblicità all’inizio degli anni 80, in cui si reclamizzava un famoso marchio di spumante, proprio nel periodo del Natale e dei festeggiamenti per il nuovo anno.

ASCOLTA IL BRANO


© 2007-2014 | HOPE - Tutti i diritti sono riservati.