Torna all'Archivio News

16-10-2018
FORMAZIONE HOPE A BLAJ-ROMANIA

Si è tenuto il 12 ottobre nel liceo greco cattolico di Blaj in Romania, alla presenza di centinaia di giovani e del Vescovo Claudiu Pop la seconda tappa del progetto World Youth Hope che sta coinvolgendo numerosi giovani studenti delle scuole superiori della Romania su come affrontare le sfide della società mediale. A fare la relazione introduttiva è stato chiamato il direttore di Hope Marco Brusati, che ha anche progettato l'iniziativa insieme al Team dell’Ufficio di Pastorale Giovanile della Diocesi Greco-Cattolica di Oradea - coordinato da don Paul Popa e Ovidiu Lazar. "Siamo ancora liberi con lo smartphone in mano?": è stato questo il titolo dell'intervento di Brusati, che aggiunge: “Gli smartphone e i tablet sembrano sempre esistiti, ma hanno poco più di un decennio. Inoltre, non sono delle scatole vuote, ma dei barattoli pieni ed a riempirli ci pensa un manipolo di società globali che lavorano con la logica del profitto e non quella educativa”. Dopo un workshop di preparazione per i direttori didattici e gli insegnati svoltosi il 6 settembre scorso nella città rumena di Rasnov, la prossima tappa sarà il liceo di Oradea.


© 2007-2014 | HOPE - Tutti i diritti sono riservati.