Torna all'Archivio News

24-12-2010
JUBILMUSIC SU TV 2000

Jubilmusic va in onda il 26 dicembre (Santo Stefano!) alle 15,00 su Tv2000, visibile sul digitale terrestre, sul canale 801 di Sky e in streaming sul sito www.tv2000.it

Buona visione!

La Redazione di Hopeonline

Ecco l'articolo conclusivo pubblicato a novembre sul nostro sito

Con la Santa Messa di domenica 21 novembre si è conclusa la 12° edizione di Jubilmusic 2010, un evento di straordinario successo, che ha confermato le previsioni numeriche della vigilia. Secondo il direttore Marco Brusati i cinque eventi che hanno composto la manifestazione sanremese hanno voluto "essere Vangelo utilizzando linguaggi diversificati ed appropriati alle capacità percettive e ricettive dei gruppi incontrati: ragazzi e giovani delle scuole, giovani delle comunità ecclesiali, gente del territorio e via dicendo ". I numeri della vigilia sono stati confermati ed hanno fatto sembrare piccole le grandi sale del teatro musicale più famoso d’Italia, l’Ariston di San Remo: hanno infatti partecipato oltre 500 giovani al meeting delle scuole superiori, 2000 al meeting dei bambini e ragazzi delle scuole elementari e medie, 500 persone alla Veglia di preghiera, 600 giovani alla catechesi e 2000 persone alla serata finale. Il risultato è stato il "tutto esaurito" per tutte le iniziative, con richieste superiori di molte centinaia rispetto alle possibilità logistiche.

Jubilmusic è l’evento di christian music più importante d’Italia e, tenuto conto della sua matrice cattolica, il più importante d’Europa: è promosso dalla Diocesi di Ventimiglia – San Remo in sinergia con il Comune; è sostenuto anche dalla Regione Liguria e la Provincia di Imperia. Le collaborazioni ecclesiali sono di livello nazionale: con Hope, l’iniziativa del Servizio Nazionale per la Pastorale giovanile dedicata ai giovani creativi, il M’Interessi, centro giovanile specializzato nella pastorale per il tempo libero, l’AgenSIR e Tv2000, rispettivamente l’agenzia di stampa e la televisione della Conferenza Episcopale Italiana.

Il tema di quest’anno è stato "Affinché la nostra gioia sia piena". Si è voluto fissare l’attenzione sul tema delle gioia, riflettendo sulle gioie effimere, su quelle durature e su quella gioia piena che, come ha scritto il Vescovo S. Ecc. Mons. Alberto Maria Careggio "ha la sua origine primordiale nel bisogno stesso che, di tanto in tanto, affiora come un languore sottile ed incolmabile".

I tantissimi partecipanti nelle diverse iniziative hanno dunque incontrato i Sentinel Crew, duo di christian hip hop che ha la competenza comunicativa di chi ha passato la vita nelle travagliate periferie francesi; hanno inoltre partecipato la straordinaria cantante inglese Nicki Rogers con la sua musica dal sapore inconfondibilmente british; il cantante americano Trevor Thomson dalla voce unica e graffiante; la più importante voce Gospel francofona al mondo, Jessica Dorsey, proveniente dalla Guadalupa; Paul Avanti, artista australiano della rete Hillsong, che vanta centinaia di migliaia di adepti in tutto il mondo; Georges Reyes, il cantante della famiglia dei Gispy King che, nelle sue canzoni, mantiene inalterato il sapore graffiante della musica gitana, cosa che fa di lui un esponente unico della christian music internazionale; Peggy Polito, francese dalla voce soave e nel contempo graffiante; ospite della serata finale è stato Gatto Panceri, il cantautore che proprio a Sanremo ha iniziato la sua carriera artistica con la canzone "L’amore va oltre", cantata di nuovo sul palco dell’Ariston durante Jubilmusic; altro ospite straordinario è stato Gianpiero Perone, comico di Colorado, che ha fatto sorridere e riflettere nello stesso tempo. Sul palco sono stati presenti oltre 150 giovani a formare il Grande Coro Hope ed a testimoniare la centralità dei giovani nella manifestazione sanremese.

I cantanti internazionali sono stati accompagnati dagli Annodomini Gospel Singers e dalla band Cometha. Testimoni d’eccezione: Mons. Claudio Giuliodori, Vescovo di Macerata e Presidente della Commissione Episcopale per la cultura e le comunicazioni sociali ha risposto alle domande dell’intervistatore durante la serata finale, dopo avere tenuto un’apprezzatissima catechesi nella sala Roof gremita di giovani; Gabriel Iturraspe, medico, ballerino e formatore argentino, che ha eseguito una emozionante danza aerea con i nastri; don Ildephonse Niyongabo, sacerdote burundese scampato al massacro compiuto nel seminario dove si trovava a studiare e che, ritrovati gli uccisori dei suoi amici, li ha voluti perdonare. Conduttori della serata finale sono stati Andrea Carretti, Francesca Fialdini e Enrico Selleri, mentre gli incontri con le scuole sono stati straordinariamente animati dal più quotato educanimatore italiano, Gigi Cotichella, accompagnato dal gruppo Artisti Terrestri, oltre che dal Mago J e dal disegnatore Francesco Rizzato, le cui tavole hanno fatto da filo conduttore anche nella serata finale. Ha aperto la manifestazione sanremese l’orchestra "Miniarmonica" ed il coro di "Zona musica" composti da oltre 60 bambini e ragazzi provenienti da Ancona al seguito della statua della Madonna di Loreto che è stata portata sul palco dell’Ariston dai giovani, in un momento estremamente toccante, sulle note del brano "Tu sei Madre" cantato dal Grande Coro Hope.

Secondo il Presidente di Jubilmusic don Alessandro Ghersi, un così altro numero di persone è un fatto che "testimonia il gradimento di una manifestazione che è entrata nel cuore della città e della Diocesi"; il direttore dell’evento Marco Brusati, aggiunge che Jubilmusic 2010 ha portato a San Remo "tanti giovani provenienti da una ventina di diocesi italiane, ovvero da un territorio che copre una decina di regioni, dal Piemonte, alla Lombardia, alle Marche fino alla Campania". "Grazie ai numerosissimi partecipanti dell’edizione 2010 di Jubilmusic" – continua Brusati – "San Remo consente alla Christian Music di entrare di diritto tra i generi ad alta diffusione popolare". Conclude don Ghersi: "dodici anni fa era una scommessa: oggi questo fatto è ormai una certezza". Le parole del Vescovo durante la Messa hanno confermato che Jubilmusic è per la Diocesi strumento di pastorale, in particolare di pastorale giovanile. Un evento che è al servizio, sì, della diocesi, ma, in considerazione della sua dimensione, è offerto alle diocesi italiane, a partire proprio dalla città della musica.
La serata sarà trasmessa nel periodo natalizio da Tv2000, sul satellite (Canale 801) e sul digitale terrestre.

Dal sito www.jubilmusic.it
La Redazione di Hopeonline


© 2007-2014 | HOPE - Tutti i diritti sono riservati.