Sei qui: HOME | LEGGI NOTIZIA

12-02-2019
GHOPESPEL - HOLY HOLY HOLY

Holy, holy, holy è un brano scritto da un famoso autore di Gospel e Christian Music chiamato Gary Oliver.
La canzone ha avuto una discreta notorietà nella versione di Alvin Slaughter contenuta nell’album “God Can” uscito nel 1996. L’album contiene un concerto live di Alvin Slaughter eseguito a New York davanti a un pubblico di oltre 3000 persone.
Alvin è un worship leader, specializzato in black e gospel music. Vive a New York e fino ai primi anni ’90 è stato membro del celeberrimo “Brooklyn Tabernacle Choir” uno dei più famosi cori gospel al mondo.
Ha iniziato la sua carriera solista con l’album “Revive Us Again” nel 1994. L’ultimo album è del 2008: da quella data infatti non ha più rilasciato nuove registrazioni ma continua a girare il mondo con il suo lavoro di Worship Music Leader. 
La canzone è un lungo brano che con un abile crescendo sia corale che di arrangiamento arriva a trascinare il pubblico nei ritornelli finali, che prima del finale si dividono facendo cantare separatamente le voci dei Soprani, Contralti e Tenori: un espediente che, come vedremo nelle prossime settimane, è molto utilizzato anche con forme interessanti di contrappunto.
Il testo è molto comune, anche nella liturgia: “Santo, Santo, Santo è il Signore Dio Onnipotente: degno della gloria, dell’onore e delle nostre preghiere. Pregatelo e innalzatelo, esaltate il Suo nome per sempre”.

ASCOLTA IL BRANO

^ Scorri la pagina in alto

© 2007-2012 | HOPE - Tutti i diritti sono riservati.
Powered by Lamorfalab Studio Creativo