Sei qui: HOME | LEGGI NOTIZIA

08-12-2018
MUSICHE E PAROLA - COMMENTO MUSICALE AL VANGELO SECONDA DOMENICA DI AVVENTO

VANGELO (Lc 3,1-6)
+ Dal Vangelo secondo Luca

Nell’anno quindicesimo dell’impero di Tiberio Cesare, mentre Ponzio Pilato era governatore della Giudea, Erode tetràrca della Galilea, e Filippo, suo fratello, tetràrca dell’Iturèa e della Traconìtide, e Lisània tetràrca dell’Abilène, sotto i sommi sacerdoti Anna e Càifa, la parola di Dio venne su Giovanni, figlio di Zaccarìa, nel deserto. 
Egli percorse tutta la regione del Giordano, predicando un battesimo di conversione per il perdono dei peccati, com’è scritto nel libro degli oracoli del profeta Isaìa:
«Voce di uno che grida nel deserto:
Preparate la via del Signore,
raddrizzate i suoi sentieri!
Ogni burrone sarà riempito,
ogni monte e ogni colle sarà abbassato;
le vie tortuose diverranno diritte
e quelle impervie, spianate.
Ogni uomo vedrà la salvezza di Dio!». 

COMMENTO

Preparare la via ? Significa fare le spese natalizie per cibi e regali ? Oppure significa addobbare il natale con le proprie buone azioni, che danno luce e colore alle festività, nonché grande emozione al cuore di DIO ? Mi confronto con voi con il testo di una mia canzone...

CANZONE: ALBERO DI NATALE

Sono qui resto in un angolo di questa stanza buia, sto contando già i minuti, sto morendo dalla noia, dentro questo scatolone, in questa grande oscurità, sto scrivendo una canzone, così il tempo passerà.
Sono qui non so che fare, metto il tempo e le parole, 
oramai ne mancan poche, ma che strana situazione, 
spero solo di cambiare, saltar fuori , per parlare, per distender le mie braccia e lasciarmi decorare.
 
Nella scatola di addobbi resto un anno giù in cantina
dentro ad un supermercato poi mi mettono in vetrina,
ogni anno sempre verde  il mio bisogno di sperare
sono un albero speciale, ti ricordo che è Natale.
 
I miei rami son già pronti per le tue decorazioni ma tu addobbami di affetti, bei ricordi ed emozioni, metti segni del tuo amore metti mappe di sentieri, per raggiungere i tuoi sogni, dare un senso ai tuoi pensieri.

 
Nella scatola di addobbi resto un anno giù in cantina
dentro ad un supermercato poi mi mettono in vetrina
ogni anno sempre verde  il mio bisogno di sperare
sono un albero speciale, ti ricordo che è Natale
 
Sulle braccia sono appesi tanti oggetti bene in vista
ma vorrei che si vedesse anche ogni tua conquista,
tutto il bene seminato tanti doni e cose belle
da portare a cuore aperto alla grotta di Betlemme.
 
Nella scatola di addobbi resto un anno giù in cantina
dentro ad un supermercato poi mi mettono in vetrina,
ogni anno sempre verde  il mio bisogno di sperare
sono un albero speciale, ti ricordo che è Natale.

 

^ Scorri la pagina in alto

© 2007-2012 | HOPE - Tutti i diritti sono riservati.
Powered by Lamorfalab Studio Creativo